Richard Gere a Lampedusa, l'attore americano sostiene "Open Arms"

La star hollywoodiana sarà presente alla conferenza stampa che si terrà all’aeroporto dell'isola. Attivista umanitario si è schierato, da sempre, dalla parte dei più deboli

Richard Gere a Lampedusa

Ha soccorso 121 persone nel mar Mediterraneo, sono passati otto giorni e nessuna novità per la Open Arms. La Ong spagnola è, quasi certamente, ormai al corto di viveri, una situazione ai limiti dello stremo che non accenna finire.

Angurie, pasta e pomodori: Richard Gere porta dei viveri alla ong Open Arms

La nave si trova al centro tra Lampedusa e Malta. Al fianco dell’imbarcazione la barca a vela Astral, sono stati loro a tendere una mano alla ong spagnola.

"Le Donatella" infiammano Lampedusa, sull'isola anche lo chef Rubio

Gli innumerevoli appelli sui social, ma anche testimonial blasonati. Infatti, a sostegno della nave umanitaria, anche l’attore statunitense, Richard Gere. L’americano è volato a Lampedusa, sotto gli occhi quasi sbigottiti degli isolani. L’artista non è passato inosservato. Una cena in un ristorante rinomato dell’isola e poi qualche scatto con i fans.

Richard Gere, questo pomeriggio, sarà al fianco della Ong Open Arms. L’americano sarà al fianco di Oscar Camprs e al direttore Riccardo Gatti. Con loro anche lo chef Rubio. L’attore ed il cuoco sono attivisti e sostenitori umanitari.

I sapori di Lampedusa

Un assaggio di sapori di Lampedusa, ieri sera, alla trattoria Terranova, per l'attore di Hollywood Richard Gere. La cena del divo americano - attivista per i diritti umani, che da anni si batte per dare voce ai più vulnerabili, giunto a Lampedusa per dare il suo sostegno all'equipaggio e ai 121 migranti a bordo della Open Arms - è stata composta da assaggi di burrate, gnocchi con gamberetti e pesto, spaghetti alla norma, fettuccine al nero di seppia. Ad accompagnare il tutto il vino bianco Quater vitis. "Richard Gere un vero gentiluomo, è stato un onore e un piacere averti a casa nostra" - hanno scritto i proprietari della trattoria Terranova - .

 Richard Gere-3

Una lanterna per Open Arms

Attivisti e isolani, per la seconda notte consecutiva, sono rimasti a dormire, avvolti nelle coperte termiche che si usano per i migranti dopo i salvataggi in mare, sul sagrato della parrocchia di San Gerlando a Lampedusa. E lo hanno fatto "per tenere accese le luci e indicare la giusta rotta e per esprimere vicinanza alle persone a bordo della Open Arms. Invitiamo quanti vogliano manifestare la propria solidarietà ai passeggeri e all'equipaggio della Open Arms ad accendere e tenere accesa una lanterna durante la notte o - hanno scritto dal Forum Lampedusa solidale - ad organizzare iniziative analoghe anche nel resto d'Italia".

lampedusa-11

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • Nuovo focolaio da Coronavirus? Firetto sbotta: "Agrigento è Covid free da almeno 2 mesi"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento