Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Ricettazione, riciclaggio e furto, scatta l'operazione: due arresti

I poliziotti delle Volanti hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare, firmata dal Gip Stefano Zammuto e richiesta dal Pm Alessandra Russo. Nei guai i due giovani che erano stati inseguiti lungo via Gioeni

L'auto coinvolta nell'inseguimento lungo via Gioeni

E' in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, firmata dal giudice per le indagini preliminari Stefano Zammuto e richiesta dal sostituto procuratore Alessandra Russo, che la polizia di Stato ha arrestato - e posto ai domiciliari - Alex Francesco Favata di Mussomeli e Giuseppe Spataro di Aragona. 

Ai due giovani sono state contestate le ipotesi di reato di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, riciclaggio e furto.

Lo scorso 16 agosto, i due giovani - mentre erano a bordo di una Peugeot 207 bianca - vennero inseguiti, dai poliziotti della sezione "Volanti" della Questura di Agrigento, da via Imera lungo via 25 Aprile e poi, contromano, a scendere lungo via Gioeni. All'altezza delle Poste, l'autovettura - che poi risultò essere stata rubata qualche giorno prima a Porto Empedocle - venne abbandonata ed i due giovani riuscirono a scappare. Uno, il ventenne di Mussomeli, venne subito acciuffato e denunciato. 

Stessa sorte - una denuncia - toccò qualche giorno dopo anche all'aragonese. I poliziotti, quello stesso giorno, scoprirono oltre al fatto che la vettura era provento di furto, sulla Peugeot era stata collocata la targa di un'altra macchina. Targa che era stata rubata dal mezzo di un avvocato.

Il Pm, dopo queste investigazioni, ha chiesto ed ottenuto dal Gip l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per entrambi i giovani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricettazione, riciclaggio e furto, scatta l'operazione: due arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento