rotate-mobile
Cronaca

"Sorpreso con due minorenni a smontare scooter rubato", condannato 26enne

Due mesi di reclusione sono stati inflitti ad Angelo Schillaci, accusato di ricettazione

Due mesi di reclusione per l'accusa di ricettazione: è la sentenza del giudice monocratico Enzo Ricotta nei confronti di Angelo Schlllaci, 26 anni, di Agrigento, denunciato dalla polizia il 20 settembre del 2014 dopo essere stato scoperto insieme a due minorenni, giudicati a parte in quanto tali, a smontare un ciclomotore rubato.

La volante era intervenuta dopo la segnalazione di tre persone sospette, all'interno del parco Icori. I poliziotti, arrivati davanti alla struttura di contrada Fondacazzo, hanno bloccato i varchi di accesso e trovato Schillaci e i due minorenni con le mani ancora imbrattate. Poco distanti due telai e la targa di un motore risultati rubati nei mesi precedenti. La posizione di Schillaci, che è stato difeso dall'avvocato Calogero Lo Giudice, è stata trattata separatamente al tribunale di Agrigento in quanto unico maggiorenne.

La Procura, due anni dopo i fatti, ha disposto la citazione diretta. I tempi del processo, fra un cambio e l'altro di giudice e, di recente, anche a causa dell'emergenza Coronavirus che ha paralizzato il mondo intero, compresa la giustizia, si sono molto allungati. Il pubblico ministero, a conclusione della requisitoria, aveva chiesto la condanna a cinque mesi di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sorpreso con due minorenni a smontare scooter rubato", condannato 26enne

AgrigentoNotizie è in caricamento