rotate-mobile
L’intervento / Favara

"Forbiciate in testa alla nonna per estorcerle i soldi della droga", arrestato a Marsala il 22enne ricercato e già condannato

Si tratta del favarese Antonio Manganella. Da circa 2 mesi pendeva nei suoi un provvedimento retrittivo. Viveva nascosto nell’androne di un palazzo

I carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Marsala hanno arrestato il favarese Antonio Manganella, 22 anni, già condannato dal gup del tribunale di Agrigento Micaela Raimondo a 3 anni, 6 mesi e 20 giorni di reclusione per maltrattamenti, estorsione, violenza privata e lesioni aggravate. E

"Forbiciate in testa alla nonna per estorcerle i soldi della droga", condannato ventunenne

ra ricercato e nei suoi confronti, da circa 2 mesi, pendeva un provvedimento restrittivo. I militari lo hanno rintracciato a Marsala: si nascondeva nell’androne di un palazzo dove aveva trovato una sistemazione di fortuna. Secondo le accuse avrebbe dato calci, schiaffi e pugni ai nonni minacciandoli di morte per convincerli a dargli dei soldi per acquistare droga. Il giudice, inoltre, aveva disposto nei suoi confronti la condanna a risarcire i nonni che si sono costituiti parte civile.

A notare il giovane a Marsala è stato un carabinieri fuori servizio che ha poi chiesto l’immediato intervento di una pattuglia. Dopo i controlli di rito, è stato accertato che nei suoi confronti gravava il provvedimento restrittivo ed è stato subito trasferito al carcere “Pietro Cerulli” di Trapani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Forbiciate in testa alla nonna per estorcerle i soldi della droga", arrestato a Marsala il 22enne ricercato e già condannato

AgrigentoNotizie è in caricamento