menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ucciso da un'auto pirata? La figlia lancia un appello a "Chi l'ha visto?"

L'incidente avvenne il 21 settembre del 2013 e Giuseppe Noto, 60 anni, che quel giorno era in sella alla sua bicicletta, perse la vita 5 giorni dopo all'ospedale Villa Sofia di Palermo dove era stato nel frattempo trasferito

Morì perché presumibilmente investito da una auto all'incrocio fra le vie Quasimodo e Canova di Ribera. L'incidente avvenne il 21 settembre del 2013 e Giuseppe Noto, 60 anni, che quel giorno era in sella alla sua bicicletta, perse la vita 5 giorni dopo all'ospedale Villa Sofia di Palermo dove era stato nel frattempo trasferito.

A distanza di tempo, dunque, la figlia di Giuseppe Noto: Maria ha lanciato un appello alla trasmissione Rai "Chi l'ha visto?". "Chiedo che le indagini vengano riaperte perché la caduta accidentale non poteva fracassare il cranio come attestato dai medici di Villa Sofia che hanno tentato di salvare mio padre - ha detto la donna che vive fuori dalla Sicilia - . Non mi arrendo, chiedo la verità. Chiedo che dei testimoni si facciano avanti perché mio padre è stato investito. In serata, la bici sarebbe stata portata via da due donne, scese da una Mercedes grigia, forse per occultare le prove". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Discarica nel piazzale dell'ospedale, Trupia: "Addebiteremo spese bonifica"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento