menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accerchiato, picchiato e rapinato: il ferito in ospedale ed è "caccia" al branco

In cinque hanno portato via tutto quello che l'uomo aveva in tasca: 130 euro. Alla vittima sono stati diagnosticati 7 giorni di prognosi, ha riportato una ferita provocata da un pezzo di vetro

Accerchiato, picchiato e rapinato di quanto aveva in tasca: circa 130 euro. Un tunisino è finito al pronto soccorso dove i medici gli hanno diagnosticato, oltre a vari traumi, anche una ferita provocata da un oggetto acuminato, presumibilmente un pezzo di vetro.

La rapina è stata messa a segno lunedì, lungo le strade del centro di Ribera. Ad accerchiare, all’improvviso, l’immigrato è stato un “branco” composto da cinque persone, verosimilmente connazionali. Gli hanno intimato di consegnare tutto quello che aveva con se, lo hanno strattonato, minacciato. Non è chiaro se il tunisino abbia provato a reagire, a resistere alla furia del gruppo. E’ certo però che il “branco” è riuscito a portargli via tutto quello che aveva in tasca dopo averlo ferito.

La vittima è finita in ospedale dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti sanitari ritenuti necessari e dove i medici gli hanno diagnosticato una ferita guaribile in circa sette giorni, salvo complicazioni. Una ferita che – stando a quanto trapela – sarebbe stata provocata da un oggetto acuminato, presumibilmente un pezzo di vetro. Dell’episodio di microcriminalità si stanno, naturalmente, già occupando i carabinieri della tenenza di Ribera, coordinati dal comando compagnia di Sciacca. I militari dell’Arma hanno raccolto la denuncia, a carico di ignoti, formalizzata dal tunisino e hanno, subito, avviato le indagini. Appare scontato – ma non ci sono conferme istituzionali al riguardo – che sia stata già monitorata l’area dove è stata messa a segno la razzia. Un controllo per stabilire se vi siano o meno presenti – e se naturalmente sono in funzione – impianti di video sorveglianza pubblici o privati. La presenza di eventuali telecamere funzionanti potrebbe naturalmente, come sempre avviene in casi di questo genere, contribuire a dare un’accelerata all’attività investigativa dei carabinieri della tenenza di Ribera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Discarica nel piazzale dell'ospedale, Trupia: "Addebiteremo spese bonifica"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento