menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

"Attesta falsamente d'aver effettuato visite domiciliari", pm chiede rinvio a giudizio per medico

L'Asp ha deciso, quale parte offesa dalla truffa, che si costituirà parte civile. Il personale dell'ente ha erogato quale corrispettivo di prestazioni non prestate l'importo complessivo netto di 3.543 euro

Avrebbe "formato una serie di atti nei quali attestava di avere falsamente effettuato visite domiciliari ai propri assistiti non in grado di deambulare" e "con artifici e raggiri induceva in errore il personale dell'azienda sanitaria che erogava quale corrispettivo di prestazioni non prestate per l'importo complessivo netto di 3.543 euro, traendo un ingiusto profitto patrimoniale con pari danno per la parte offesa: Asp di Agrigento". E' per truffa aggravata che il pm ha chiesto il rinvio a giudizio di un medico di Medicina generale.

L'udienza preliminare, davanti al gup del tribunale di Sciacca, è stata fissata per il 14 gennaio prossimo. L'azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha deciso, negli ultimi giorni, di affidare l'incarico professionale di difesa e rappresentanza ad un legale esterno all'ente: all'avvocato Calogero Barrile. 

I fatti contestati al sanitario di Medicina generale sarebbero stati commessi a Ribera tra il 2017 e il 2019. L'Asp di Agrigento, individuata appunto quale parte offesa, per tutelare le ragioni e gli interessi anche in ordine all'eventuale risarcimento del danno subito, ha deciso appunto di costituirsi parte civile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento