Cronaca

Ribera, "pesce avariato" in uno stabilimento balneare a Seccagrande

Proseguono i controlli dell'operazione "Mare sicuro 2016". Guardia costiera e finanzieri hanno sequestrato la struttura ed sanzionato il titolare. Scoperto anche un lavoratore irregolare

Sequestro e sanzioni per uno stabilimento balneare nella spiaggia di Seccagrande, a Ribera, nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro 2016". Durante un controllo della Guardia costiera di Porto Empedocle, insieme alla guardia di finanza, è stato scoperto che il titolare dello stabilimento aveva posto sul marciapiede del lungomare Gagarin una struttura abusiva, posizionata all'esterno dell’area in concessione demaniale.

Ma non solo. Nell'ambito dei controlli al servizio di ristorazione dello stabilimento, i militari hanno scoperto, all’interno delle celle frigo, pesce in cattivo stato di conservazione, risultato "non idoneo al consumo umano", come confermato dal veterinario dell’Asp di Agrigento. Scoperti anche alimenti surgelati venduti come freschi.

I militari della guardia di finanza hanno, infine, accertato la presenza di un lavoratore irregolare, nonché l’omesso versamento dell’imposte municipali e del canone d'abbonamento radiotelevisivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ribera, "pesce avariato" in uno stabilimento balneare a Seccagrande

AgrigentoNotizie è in caricamento