Sbarco "fantasma" a Seccagrande, i carabinieri bloccano sette tunisini

Le ricerche sono ancora in corso: altri migranti potrebbero essersi già allontanati provando a fare perdere le proprie tracce

(foto ARCHIVIO)

Sono riusciti ad arrivare fino a Seccagrande, località balneare di Ribera. Sette immigrati - verosimilmente tunisini - sono stati bloccati, per strada, dai carabinieri. Non c'è certezza al momento, ma altri extracomunitari potrebbero essersi già allontanati, provando - di fatto - a far perdere ogni loro traccia. Le ricerche sono in corso, in maniera capillare, in tutta l'area. Diverse le pattuglie dei militari dell'Arma della locale tenenza dislocate per strada. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era da tempo che, nell'Agrigentino, non si registravano sbarchi silenziosi di questo genere: sbarchi "fantasma". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento