rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Ribera

Rapina in villa con pestaggio, la Cassazione conferma le condanne

La banda di serbi è accusata d'aver messo a segno, il 13 ottobre 2013, il colpo nell'abitazione dell’imprenditore riberese Salvatore Cacioppo

Condanna definitiva per Zivan Todorovic, di 40 anni, a 8 anni, 5 mesi e 10 giorni; Sinisa Orsos, di 34, a 5 anni e 4 mesi; Sasa Boskovic, di 22, a 4 anni e 8 mesi. La Cassazione ha confermato, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, le condanne per alcuni dei componenti - tre nello specifico - della banda di serbi accusata della rapina, il 13 ottobre 2013, nella villa dell’imprenditore riberese Salvatore Cacioppo. Rapina che fece tanto scalpore perché l’uomo venne malmenato e furono esplosi colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio.

LEGGI ANCHE: Brutale rapina in villa, arrestato il quinto uomo 

Per Mija Zivkovic, di 34 anni, giudicato con il rito ordinario, e condannato a 8 anni e 6 mesi di reclusione, è ancora pendente il giudizio in Cassazione. Gli altri sono stati giudicati tutti con il rito abbreviato.

I serbi vennero arrestati dai carabinieri, nel Milanese, poche settimane dopo i fatti. Dalla casa dell’imprenditore vennero portati via preziosi e anche la sua auto, una Bmw, utilizzata per la fuga e poi abbandonata. Nello scorso mese di gennaio, a distanza di anni, anche l'ultimo presunto componente della banda è stato arrestato. Si tratta di Svetozar Damnjanovic, 33 anni, localizzato in Germania, nel distretto di Rotenburg, e consegnato dalla polizia tedesca alle autorità italiane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in villa con pestaggio, la Cassazione conferma le condanne

AgrigentoNotizie è in caricamento