"Rapinò una tabaccheria del centro", inflitti due anni di reclusione

Decisa la condanna per il 41enne Michele Acquisto, il colpo aveva fruttato appena 50 euro

Due anni con la sospensione condizionale della pena. E' questa la pena inflitta, in abbreviato, al riberese Michele Acquisto, di 41 anni, accusato di avere rapinato una tabaccheria del centro crispino, ma con un magro bottino, appena 50 euro, dandosi poi alla fuga e venendo rintracciato dopo un'ora ed arrestato dai carabinieri.

La notizia è riportata oggi sul Giornale di Sicilia. Il pubblico ministero, Roberta Griffo, aveva chiesto 2 anni e 8 mesi riconoscendo le attenuanti generiche. La difesa, con l'avvocato Lucia Borsellino, oltre alle attenuanti generiche, aveva chiesto il riconoscimento del danno di speciale tenuità visto che la rapina era stata di appena 50 euro e che la persona offesa non si è costituita parte civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento