"Rapinò una tabaccheria del centro", inflitti due anni di reclusione

Decisa la condanna per il 41enne Michele Acquisto, il colpo aveva fruttato appena 50 euro

Due anni con la sospensione condizionale della pena. E' questa la pena inflitta, in abbreviato, al riberese Michele Acquisto, di 41 anni, accusato di avere rapinato una tabaccheria del centro crispino, ma con un magro bottino, appena 50 euro, dandosi poi alla fuga e venendo rintracciato dopo un'ora ed arrestato dai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia è riportata oggi sul Giornale di Sicilia. Il pubblico ministero, Roberta Griffo, aveva chiesto 2 anni e 8 mesi riconoscendo le attenuanti generiche. La difesa, con l'avvocato Lucia Borsellino, oltre alle attenuanti generiche, aveva chiesto il riconoscimento del danno di speciale tenuità visto che la rapina era stata di appena 50 euro e che la persona offesa non si è costituita parte civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento