menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Se non mi dai i soldi, ti scanno”: arrestato dopo un'ora il rapinatore della tabaccheria

Il delinquente è entrato in azione non appena un cliente ha tirato fuori una banconota da 50 euro e l'ha messa sul tavolo dell’anziana commerciante

È durata poco più di un’ora la fuga di un rapinatore che, nel pomeriggio di ieri, ha seminato il panico in una delle vie del centro di Ribera. Era poco prima di pranzo, quando un insospettabile cliente si è infilato in una tabaccheria di via Fazello. Giubbotto grigio e il volto parzialmente travisato da occhiali da sole. Prima è rimasto in disparte, apparentemente intento a valutare delle giocate da fare, poi, nel momento in cui un cliente ha tirato fuori una banconota da 50 euro, mettendola sul tavolo dell’anziana commerciante, con un balzo si è avvicinato. Ha estratto un grosso coltello dalla tasca del giubbotto. Lo ha puntato al ventre della donna e le ha - secondo l'ufficiale ricostruzione dei carabinieri del comando provinciale dell'Arma - detto: “Se non mi dai i soldi, ti scanno”. Ha arraffato i 50 euro ed è scappato. La donna, visibilmente scossa, ma anche animata da uno spirito di reazione non comune, dapprima si è sincerata della salute del cliente presente in tabaccheria. Poi non si è persa d’animo ed ha chiamato il 112.

IL VIDEO.  Ecco le immagini della video sorveglianza 

I carabinieri, che proprio in quelle ore, nell’ambito dell’operazione periferie sicure, stavano dando luogo ad uno dei numerosissimi servizi antirapina in zona con varie pattuglie in perlustrazione, sono subito andati sul posto. Si sono fatti raccontare tutto dalla donna ed hanno spulciato le immagini del sistema di video sorveglianza. I fotogrammi del rapinatore sono stati subito diramati a tutti gli equipaggi sopraggiunti anche dal comando provinciale di Agrigento, che ha subito fatto scattare il piano antirapina. Il paese è stato circondato e passato al setaccio. Tutti i bar e i centri scommesse sono stati controllati. Ed è proprio in uno di questi bar, che l’attenzione di un militare si è concentrata su un uomo corrispondente alle caratteristiche del rapinatore, che se ne stava in disparte, in evidente stato di alterazione psico fisica. Il confronto con le immagini delle telecamere, finite nei terminali dei carabinieri e la immediata perquisizione dell’uomo hanno dato tutte le conferme. Da una tasca del giubbotto grigio è infatti saltato fuori il grosso coltello da cucina utilizzato per la rapina. Anche gli occhiali sono stati trovati e sequestrati. L’uomo, a scopo precauzionale è stato visitato e poi appunto arrestato e portato in carcere dove dovrà restare a disposizione dell’autorità giudiziaria del tribunale di Sciacca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento