menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sferra un pugno in faccia ad un ambulante: il 42enne è in pericolo di vita, fermato l'aggressore

Dopo una fulminea attività investigativa, i carabinieri sono riusciti a raccogliere gli indizi necessari e hanno sottoposto a fermo - per lesioni personali gravi - un quarantatreenne senegalese

Avrebbe sferrato un violento pugno in faccia ad un venditore ambulante quarantaduenne. Commerciante che, adesso, è ricoverato in prognosi riservata. I carabinieri di Ribera, grazie ad una indagine lampo, sono riusciti non soltanto ad identificare ma anche a fermare il presunto responsabile dell'aggressione. Si tratta di un quarantatrenne senegalese. L'uomo è stato sottoposto ad un fermo di indiziato di delitto per lesioni personali gravi.

E' alle prime luci dell’alba, dopo una fulminea attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Sciacca, che i carabinieri della tenenza di Ribera hanno fermato il 43enne senegalese. Le indagini dei militari, svolte attraverso un meticoloso sopralluogo sulla scena del crimine, hanno permesso di acquisire consistenti indizi, anche mediante la visione di alcuni filmati delle telecamere presenti nell’area. A poche ore di distanza dal fatto, i militari dell'Arma sono riusciti a chiudere il cerchio delle indagini e ad identificare l’autore dell’aggressione: il senegalese.

I motivi dell'aggressione non sono chiari. I carabinieri li stanno ancora studiando. La vittima dell'aggressione, priva di conoscenza, è stata trasportata all'ospedale dove è stata ricoverata in prognosi riservata: sarebbe in pericolo di vita. Dopo avergli notificato il provvedimento di fermo, i carabinieri hanno subito trasferito il senegalese in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento