rotate-mobile
Cronaca Ribera

"Maxi piantagione di marijuana", dopo la condanna il 58enne va ai domiciliari

Secondo il giudice risultano affievolite le esigenze cautelari e comunque tutelabili con una misura meno afflittiva

Il tribunale di Sciacca ha disposto i domicliari per Calogero Sarullo, 58 anni, di Ribera arrestato lo scorso 28 febbraio, e condannato in abbreviato a 4 anni e 6 mesi, perché trovato con una maxi piantagione di marijuana. 

IL VIDEO. "Trovata una serra di marijuana", maxi colpo allo spaccio 

Secondo il giudice - stando a quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - risultano affievolite le esigenze cautelari e comunque tutelabili con una misura meno afflittiva come quella della detenzione domiciliare. Accolta la richiesta che era stata avanzata dai difensori di Sarullo, gli avvocati Giovanni Forte, Mirella Vento e Pino Pumilia.

La maxi piantagione di droga si trovava in località Scirinda, tra ulivi e fichi d'india. Circa una tonnellata di marijuana è stata sequestrata dai carabinieri. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maxi piantagione di marijuana", dopo la condanna il 58enne va ai domiciliari

AgrigentoNotizie è in caricamento