menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Maxi piantagione di droga, chiesto il giudizio immediato per marito e moglie

Per Calogero Sarullo il difensore, l’avvocato Giovanni Forte, è intervenuto con una richiesta di abbreviato, mentre per la moglie con un’istanza di patteggiamento sulla quale la Procura deve ancora pronunciarsi

Il pm di Sciacca, Michele Marrone, ha chiesto il giudizio immediato per Calogero Sarullo, di 59 anni, di Ribera, finito in carcere nell’ambito delle indagini che hanno portato al sequestro di una maxi piantagione di droga, nel centro crispino, e della moglie, Antonina Sarullo, di 48, che si trova ai domiciliari. Per il marito il difensore, l’avvocato Giovanni Forte, è intervenuto - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia -  con una richiesta di abbreviato, mentre per la moglie con un’istanza di patteggiamento sulla quale la Procura deve ancora pronunciarsi.

Fra ulivi e fichi d'India scovata una tonnellata di marijuana: due arresti 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento