Terapia intensiva Covid a Ribera, l'Asp attrezza il reparto e cerca infermieri

Avviata un’indagine esplorativa di mercato per affidare – e con urgenza – la fornitura di arredi tecnici da collocare nell'unità operativa e pronto il bando per selezionare i professionisti per l'assistenza

Servono arredi tecnici per le unità operative di terapia intensiva e subintensiva Covid, ma anche infermieri. L’impennata di contagi, anche nell’Agrigentino, da coronavirus non lascia dormire sonni tranquilli ai vertici dell’azienda sanitaria provinciale della città dei Templi. L’Asp ha già avviato un’indagine esplorativa di mercato per affidare – e con urgenza – la fornitura di attrezzature e arredi tecnici da collocare nelle nascenti terapia intensiva e subintensiva Covid dell’ospedale di Ribera. Ma è stato dato il via anche ad un avviso pubblico urgente per conferire gli incarichi di infermieri proprio per gli stessi reparti del “Fratelli Parlapiano”.

“I lavori a Ribera sono già iniziati e hanno avuto un ritardo causato principalmente da un sequestro giudiziario di impianti tecnologici dello stesso ospedale – ha reso noto il commissario straordinario Mario Zappia - . Noi contiamo di avere pronto tutto in un mese, per avere i 10 posti letto di terapia intensiva e i 10 posti letto di sub intensiva. Dopo si continuerà con i lavori per i posti letto ordinari - ulteriori 40 - e per il reparto delle Malattie infettive, per il quale è stata fatta la delibera di individuazione del personale necessario. La nostra sanità si sta adoperando con abnegazione, sacrifici e professionalità per fronteggiare la pandemia, non si sta tralasciando nulla, si sta lavorando in rete con assessorato, Prefettura, sindaci e istituzioni. La raccomandazione che abbiamo fatto in tutte le sedi, istituzionali e non, è che tutti noi dobbiamo adoperarci per informare al meglio la popolazione, per incentivare la prevenzione e i corretti stili di vita e di relazione, ma è da evitare assolutamente di ingenerare allarmismi che, oltre che a essere ingiustificati, creano panico, ingenerano paura e quindi, in ultima analisi, non aiutano in alcun modo né cittadini né istituzioni ad affrontare al meglio la complessità del momento che stiamo vivendo”.

L’avviso e il bando integrale per trovare gli infermieri necessari per terapia intensiva e sub intensiva per l’ospedale di Ribera sono stati già pubblicati sul sito dell’ente. Per partecipare alla selezione per fornire attrezzature e arredi tecnici – l’importo complessivo stimato della fornitura da porre a base d’asta (Iva esclusa) è di 492.747,11 euro – gli interessati potranno presentare la loro candidatura tramite Pec all’indirizzo: forniture@pec.aspag.it. La pec dovrà riportare esclusivamente l’oggetto: “Fornitura in estrema urgenza di arredi tecnici sanitari da installare presso i reparti di terapia intensiva e subintensiva del P.O. di Ribera”. Il termine di partecipazione, per le manifestazioni di interesse, sono le ore 9 del 29 ottobre. 

C. R. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento