rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Indagini in corso / Ribera

Il "giallo" sulla morte della 33enne di Ribera, sequestrata droga e siringa

Asfissia da assunzione di sostanza stupefacente: questo l'esito dell'ispezione cadaverica, ma la Procura per avere certezza categorica ha disposto già ieri l'autopsia

Asfissia da assunzione di sostanza stupefacente. Sarebbe questo l'esito dell'ispezione cadaverica sulla trentatreenne trovata morta all'interno della sua abitazione. Il cadavere è stato portato alla camera mortuaria dell'ospedale "Fratelli Parlapiano" di Ribera e verrà sottoposto, su disposizione della Procura di Sciacca, ad autopsia. Esame che dovrà confermare se, come si ipotizza, la giovane è morta o meno per overdose. 

Trovata cadavere in una casa di campagna: è stata overdose? Giallo sulla morte di una 33enne

Dell'inchiesta sulla tragedia si stanno occupando i carabinieri che hanno sequestrato 40 grammi di cocaina, una ventina di grammi di crack e pochi grammi di eroina. Sequestrata anche una siringa che sarebbe stata rinvenuta nel bagno dell'abitazione. A Ribera, ieri, per l'intera giornata, non si è parlato d'altro. Anche perché questa tragedia non è la prima che si consuma in città. Nel novembre del 2020 furono due i giovani che persero la vita, per overdose, nell'arco di circa 30 ore. 

Due giovani morti nel giro di 30 ore, Procura dispone autopsia

Spaccio e casi di overdose a Ribera, il prefetto: "Lo Stato c'è, abbiate fiducia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "giallo" sulla morte della 33enne di Ribera, sequestrata droga e siringa

AgrigentoNotizie è in caricamento