rotate-mobile
Tribunale / Ribera

Accusato di avere rotto una decina di specchietti: assolto 45enne

L'uomo, a cui si contestava pure di avere danneggiato un'auto della polizia municipale, è stato immortalato in un'altra parte della strada

Riformata la sentenza in appello e assolto un riberese dall’accusa di avere danneggiato, in tutto o in parte, rendendoli inservibili, gli specchietti retrovisori di una decina di auto parcheggiate a Sciacca nelle vie Figuli e Licata. La notizia è riportata oggi sul Giornale di Sicilia.

Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca aveva condannato a 4 mesi e 20 giorni di reclusione Angelo Di Caro, di 45 anni, di Ribera. La terza sezione della Corte di Appello di Palermo lo ha assolto per non avere commesso il fatto. Tra le auto danneggiate anche quella della Polizia municipale. Il suo difensore, l’avvocato Giuseppe Tramuta, aveva chiesto l’assoluzione sostenendo che da un filmato acquisito agli atti dell’indagine emergeva che Di Caro si trovava dall’altra parte della strada rispetto a quella dove erano parcheggiate le auto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di avere rotto una decina di specchietti: assolto 45enne

AgrigentoNotizie è in caricamento