rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Ribera

"Contrabbando di sigarette", Pm chiede rinvio a giudizio per 2 indagati

Francesco Zerilli, 28 anni di Marsala, ha patteggiato a un anno e 6 mesi con pena sospesa e revoca della misura

Uno - Francesco Zerilli, 28 anni, di Marsala - ha patteggiato a un anno e 6 mesi con pena sospesa e revoca della misura. Per altri due - Vincenzo Messina, 56 anni, e Bruno Giacalone di 57, entrambi di Mazara, - il sostituto procuratore Christian Del Turco ha chiesto il rinvio a giudizio. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. Sono accusati, in concorso con Zerilli e altre persone rimaste ignote, di avere introdotto via mare nel territorio italiano le 815 stecche di sigarette, in particolare, coordinando l’approdo di un motoscafo contenente i tabacchi a Piana Grande e partecipando al trasbordo dal natante dei tabacchi, pronti per essere trasportati altrove da Zerilli con un furgone appositamente noleggiato.

"Contrabbando di sigarette", indagate altre due persone 

Il 30 settembre dello scorso anno ci fu il sequestro di 815 stecche di sigarette sulla spiaggia riberese di Borgo Bonsignore. Zerilli venne arrestato, dai carabinieri, nell’immediatezza dei fatti. Dopo l’udienza di convalida, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, dispose la remissione in libertà con obbligo di dimora a Marsala. 

Fermato il presunto contrabbandiere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Contrabbando di sigarette", Pm chiede rinvio a giudizio per 2 indagati

AgrigentoNotizie è in caricamento