Ribera, consiglieri comunali: "Respingere l'aumento della Tari"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’amministrazione Pace continua a nascondersi dietro i dirigenti comunali. Per colpa del sindaco e della giunta e dei loro mancati controlli, delle sanzioni da loro non applicate alla Sogeir, della loro incompetenza e superficialità, la tassa sulla spazzatura continua a essere sempre più salata e insopportabile.

Altri 290 mila euro sulle spalle e sulle tasche dei riberesi, e la spazzatura rimane per le strade di Ribera. Il sindaco e la giunta comunale non hanno il coraggio di ammettere che non sanno amministrare e continuano a prendere in giro i riberesi giocando allo scarica barile in Consiglio comunale.

Se tutto dipendesse dai dirigenti, sia l’attività amministrativa che anche l’aumento continuo delle tasse, i nostri concittadini dovrebbero giustamente pensare che sindaco, giunta e Consiglio comunale siamo inutili spettatori e quindi dovremmo dimetterci tutti.

Così almeno il Comune risparmierebbe la spesa delle indennità del sindaco, della giunta, del presidente del Consiglio e i gettoni di presenza dei Consiglieri comunali.

Siamo veramente indignati. Il Consiglio comunale deve respingere l'aumento della Tari

I consiglieri Emanuele Li Voti, Claudia Lupo e Margherita Farruggia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento