menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canile lager a Ribera, decisa condanna per il proprietario

Il sequestro, nel 2014, era stato effettuato dalle Guardie zoofile: l'associazione animalista si è costituita parte civile

Il proprietario del "canile lager" di Ribera, a distanza di quattro anni dal sequestro, è stato condannato. L’uomo dovrà pagare un'ammenda e le spese processuali all'Oipa di Agrigento.

Il proprietario della struttura, secondo l'accusa, aveva allestito un vero e proprio canile lager abusivo, in una struttura fatiscente e diroccata, in cui teneva cani legati, chiusi in spazi angusti ed in terribili condizioni igienico-sanitarie: dopo il primo sequestro, effettuato dalle guardie zoofile dell’OIPA di Agrigento nel 2014, "arriva finalmente la condanna in primo grado per il proprietario, - commentano i volontari - un quarantenne riberese recidivo in termini di maltrattamenti di animali, che, oltre alla confisca definitiva dei cani, dovrà pagare un’ammenda di 1500€ e rimborsare le spese processuali all’OIPA, costituitasi parte civile al processo".

La condanna arriva dopo pochi mesi dall’ennesimo intervento delle guardie zoofile dell’OIPA di Agrigento che, nel luglio di quest’anno, avevano di nuovo sequestrato presso la stessa struttura ben 16 cani in analoghe condizioni di maltrattamento.

“Ci troviamo purtroppo di fronte ad un grave caso di recidività, di accumulo e di maltrattamento di animali, e sicuramente questa condanna è una prima ed importante vittoria", commenta l’avvocato Claudia Taccani, responsabile sportello legale dell'Oipa Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento