Dopo 72 ore di pioggia il fiume Platani esonda: pesanti danni ai frutteti

Secondo gli agricoltori, serve un progetto per bloccare le esondazioni e mettere al riparo migliaia di ettari di coltivazioni

(foto ARCHIVIO)

Il fiume Platani, fra Ribera e Cattolica Eraclea, è esondato. Dopo 72 ore di pioggia, l'acqua è arrivata ed ha invaso gli agrumeti, creando danni alla produzione, ma è stata compromessa anche la viabilità rurale. Il letto del fiume è più alto rispetto al livello degli agrumeti che, dunque, non appena il fiume è in piena si allagano. Serve un progetto per bloccare le esondazioni e mettere al riparo migliaia di ettari di frutteti. L'intervento più urgente da realizzare, sostenevano ieri - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - gli agricoltori, è la pulizia del letto del fiume e la risagomatura degli argini. Si eviterebbero, di fatto, le esondazioni e le conseguenziali richieste di risarcimento danni che, praticamente ogni anno, i coltivatori sono costretti ad avanzare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento