Case popolari di Martiri di via Fani, in settimana le demolizioni

Partono giorno otto gli interventi di abbattimento, dopo anni di attesa: si procederà successivamente alla ricostruzione

Un dettaglio degli immobili

Partiranno il prossimo otto luglio i lavori di demolzione delle case popolari di largo martiri di via Fani, a Ribera. Dopo ann di attesa è quindi finalmente arrivato il momento di provvedere all'abbattimento e alla ricostruzione degli immobili, realizzati con cemento depotenziato e sgomberati ormai da alcuni anni.

Sono sessanta le famiglie che attendono una nuova casa. Le strutture sono state nel frattempo occupate abusivamente e trasformate in vere discariche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento