menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cumuli di rifiuti in città durante una passata emergenza

Cumuli di rifiuti in città durante una passata emergenza

Riapre la discarica di Siculiana, da domani si torna a raccogliere i rifiuti

Emergenza scongiurata. Gli autocompattatori delle imprese che si occupano del servizio in 25 Comuni dell'Agrigentino potranno tornare a conferire

Emergenza scongiurata. Riapre domani la discarica sub comprensoriale di contrada Matarana a Siculiana. Ad annunciarlo è stata la stessa "Catanzaro Costruzioni" che gestisce l'impianto. I cancelli della discarica erano stati chiusi, in via precauzionale, ma a sorpresa, venerdì mattina.  

"La decisione della ripresa delle attività è stata assunta - scrivono dalla Catanzaro Costruzioni - dopo il confronto con i tecnici della Regione Sicilia con i quali sono stati valutati ed approfonditi gli esiti degli autocontrolli relativi al trattamento dei rifiuti all’interno dell’impianto provvisorio di biostabilizzazione. In considerazione della sussistenza di tutte le condizioni per garantire gli elevati standard dell’impianto - concludono dalla società - ed i massimi livelli di sicurezza, da domani riprenderanno le attività dell’impianto".

Gli autocompattatori che raccolgono i rifiuti in 25 Comuni dell'Agrigentino potranno, dunque, da domani tornare a conferire.

Controlli effettuati a tempo di record, ma che hanno comunque creato disagi soprattutto nei comuni più grandi come Favara, Canicattì e Porto Empedocle che già ieri mattina si sono svegliati con i cassonetti stracolmi e che stamattina vedono i rifiuti sui marciapiedi ed ai bordi delle strade.

Solo Agrigento ha in qualche modo tamponato la situazione grazie alla disponibilità di mezzi dell’Iseda, che ieri mattina ha potuto operare in molti quartieri. Lascia comunque pensare il corto circuito informativo anche in questa vicenda con la discarica che ha chiuso senza che venissero avvisati per tempo i Comuni e le aziende e con gli autocompattatori che si sono spostati da tutta la provincia fino a Siculiana salvo poi, dovere fare marcia indietro e tornare nei depositi con i mezzi pieni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento