Lunedì, 20 Settembre 2021
Il segretario generale della Uil, Gero Acquisto
Cronaca

L'Italia riapre, la Uil: "Torniamo alla normalità e acceleriamo sui vaccini"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Bene le riaperture, occorre tornare alla normalità, spingendo sempre più il piede sull'acceleratore per i vaccini. La situazione economica è pesante ed in provincia di Agrigento è drammatica per le  decine e decine di piccole attività che non riapriranno più".
Il segretario generale della Uil agrigentina, Gero Acquisto, è molto preoccupato perché quello che potrà succedere nei prossimi mesi potrebbe causare problemi di ordine pubblico.
"Le chiusure, con le annesse limitazioni - continua Acquisto - hanno fatto precipitare ulteriormente la difficile situazione che c'era prima del Covid. Nella nostra terra continuiamo a registrare un altissimo tasso di disoccupazione, con preoccupanti picchi per la fascia dei giovani e per il settore del turismo, uno dei più importanti per la nostra provincia. Ecco perché è necessario che si riapra al più presto tutto, naturalmente in sicurezza. Non ci si può permettere il lusso di rimanere ancora fermi. Al contempo, non possiamo non criticare l'atteggiamento del Governo che, a fronte delle chiusure, non ha concesso i giusti indennizzi. Ed una delle più tristi condizioni economiche sono quelle vissute da chi possiede partite iva. Ci sono interi comparti di lavoratori, ovvero famiglie, in ginocchio, per le quali oggi più di sempre  occorrono le migliori sinergie politiche, economiche e sociali perché si possa, tutti, tornare alla normalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Italia riapre, la Uil: "Torniamo alla normalità e acceleriamo sui vaccini"

AgrigentoNotizie è in caricamento