Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Riaperte strade tra Aragona e Grotte: "Solo un mezzo per rimuovere i detriti"

Intervento del settore infrastrutture dell'ex Provincia, che lancia l'allarme: "Con l'imminente arrivo delle piogge si prevede un ulteriore peggioramento della situazione sul tutto il territorio"

Riaperte al transito le strade interne comprese tra Aragona e Grotte interessate dal nubifragio dei giorni scorsi, in seguito al quale una ingente quantità di fango e detriti aveva invaso i tracciati. Le strade, riaperte grazie all’intervento del settore infrastrutture stradali dell'ex Provincia, sono state  sono comprese nel comparto centro-nord e sono la provinciale 51 Grotte-Comitini, la 60 che dalla ss 189 conduce all’abitato di Comitini e la strada di collegamento tra la sp 60 e la sp 8 nei pressi dell’agriturismo “Roba nica”.

Lo sgombero, pur segnalato prontamente dai capi cantonieri e dal personale stradale del Libero consorzio, è avvenuto con difficoltà in quanto il settore infrastrutture stradali attualmente ha a disposizione un solo mezzo funzionante per la rimozione dei detriti, una minipala meccanica alla quale è stato affiancato un bobcat messo a disposizione dal Comune di Comitini.        

"I pesanti tagli effettuati dal governo regionale - si legge in una nota dell'ex Provincia - hanno, dunque, ripercussioni anche sulla manutenzione dei mezzi a disposizione del Libero consorzio per la manutenzione ordinaria (un solo mezzo per la rimozione dei detriti per l’intera rete stradale provinciale), e con l’imminente arrivo delle piogge autunnali si prevede un ulteriore peggioramento della situazione sul tutto il territorio, soprattutto sulle strade ex consortili, ex  regionali e provinciali della zona pedemontana sistematicamente interessate da frane e caduta di fango e detriti alle prime piogge di una certa intensità. In assenza di novità sul fronte del trasferimento di risorse finanziarie al Libero Consorzio, esiste il rischio concreto di chiusura al transito di numerose strade interne, con disagi per cittadini e attività lavorative.        

I lavori di sgombero hanno permesso di liberare anche la sede stradale della provinciale 6 e della nc 10 del comparto est. Il prossimo intervento riguarderà la nc 11 Aragona-Mintini, tuttora in parte invasa dal fango, che sarà ripristinata lunedì prossimo. Rimane chiusa in seguito ad una frana nella zona ovest la SPC n. 12 Bevaio Imperatore-Ponte Pedano, tra Lucca Sicula e Bivona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperte strade tra Aragona e Grotte: "Solo un mezzo per rimuovere i detriti"

AgrigentoNotizie è in caricamento