rotate-mobile
Ricatti / Canicattì

"Fa sesso con una quarantenne e manda le foto al marito": condannato ottantenne

L'anziano, riconosciuto colpevole di revenge porn, avrebbe stampato le immagini e messo la busta chiusa davanti all'ingresso dell'abitazione

Un anno di reclusione per l'accusa di revenge porn: il giudice Antonella Ciraulo condanna un ottantenne di Canicattì denunciato dall'ex amante, di 40 anni più giovane, per avere diffuso le loro foto che li ritraevano in atteggiamenti sessualmente espliciti.

Immagini che, per vendicare la decisione della donna di interrompere la loro relazione, sarebbero state stampate, inserite in una busta chiusa indirizzata al marito della donna e fatte trovare davanti alla porta dei suoceri ovvero i genitori dell'uomo tradito.

L'episodio, nel novembre del 2020, è stato denunciato ai carabinieri che hanno fatto partire le indagini. Una consulenza disposta dalla procura su telefoni e pc nonché l'accertamento biologico sulla busta, sulla quale sono state trovate delle impronte digitali dell'anziano, hanno confermato le prove a suo carico.

L'ottantenne, che è stato difeso dall'avvocato Calogero Li Calzi, dovrà pure risarcire la sua ex amante e il marito che si sono costituiti parte civile con l'assistenza degli avvocati Teresa Alba Raguccia e Graziella Vella.

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fa sesso con una quarantenne e manda le foto al marito": condannato ottantenne

AgrigentoNotizie è in caricamento