Lavori per la nuova rete idrica al via: a breve potrebbe arrivare il finanziamento

Raggiunto un accordo oggi con la Regione, che ha accolto l'ipotesi avanzata dal Comune di Agrigento sulla rimodulazione del progetto

(foto ARCHIVIO)

Nuova rete idrica per la città di Agrigento, trovata una soluzione che potrebbe sbloccare l'attuale situazione di immobilismo peggiorata, tra l'altro, dall'interdittiva antimafia ai danni della Girgenti Acque e la seguente gestione commissariale.

A rischio i fondi per la rete idrica, la lettera di Firetto all'Ati: "Bisogna intervenire con urgenza"

Oggi pomeriggio durante un tavolo tecnico alla Regione, infatti, è arrivato l'ok all'ipotesi di rimodulazione del progetto ad opera dell'Ati, che stralcerà dagli oltre 31 milioni di lavori complessivi i soli 26milioni di parte pubblica, superando appunto i problemi relativi alla presenza di un ormai ex gestore. Quindi bisognerà eliminare alcune cose, anche se in molti contano sulla possibilità di recuperare ulteriori somme con i ribassi d'asta, dato che il progetto, e questa è la seconda novità, verrà messo a gara d'appalto.  "Il Dipartimento dell'acqua e dei rifiuti adesso può comunicare all'Ati il finanziamento - chiarisce il sindaco Firetto -  e chiedere di procedere alla rimodulazione del progetto iniziale e di avviare le procedure di gara. Una conquista per gli agrigentini, che hanno assistito a decenni di promesse mai mantenute accollandosi con pazienza illimitata i disagi nell'erogazione e l'onere di costi di una rete vetusta e colabrodo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rescissione del contratto con la Girgenti Acque, a rischio la nuova rete idrica cittadina

Il progetto verrà ovviamente calibrato lì dove c'è maggiore bisogno, andando cioè ad interessare le porzioni di rete in condizioni peggiori affinché si riduca al momento l'enorme dispersione d'acqua nel sottosuolo che in alcuni punti supera anche l'ottanta per cento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento