Restaurata e riqualificata: la chiesa Madre di S. Stefano restituita al culto

Un momento di festa - diverso da come era stato sognato, a causa dell'emergenza coronavirus - per la piccola comunità

Gli interni della chiesa Madre di Santo Stefano Quisquina

E' stata riaperta al culto, ieri sera, la chiesa Madre di Santo Stefano Quisquina. Un momento di festa - diverso da come era stato sognato, a causa dell'emergenza coronavirus - per la piccola comunità. Soddisfatti per l'importante momento il sindaco Francesco Cacciatore e l'intera amministrazione comunale.

Era maggio del 2018 quando l'assessorato alle Infrastrutture comunicava il finanziamento del progetto esecutivo di restauro e ristrutturazione della chiesa Madre. L'importo è stato più che importante: 608.286 euro. S'è proceduto dunque alla gara per l’aggiudicazione dei lavori e ieri sera, dopo una lunga attesa, un altro traguardo finalmente raggiunto. La chiesa Madre di Santo Stefano Quisquina ha riavuto il lustro che merita ed è stata restituita alla popolazione.

La settecentesca chiesa Madre riassume la storia di tutta la comunità stefanese poiché conserva le maggiori opere artistiche e soprattutto custodisce il grande patrimonio spirituale legato alle tradizioni religiose e alla devozione verso i suoi santi, ma rappresenta per gli stefanesi qualcosa in più di un semplice edificio poiché come scrive Calogero Messina “… dentro ed intorno vi si svolge da secoli la vita degli stefanesi”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento