rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Il reportage / San Leone / Viale delle Dune

Rifiuti, erbacce ad altezza d'uomo e dribbling fra gli escrementi: San Leone presa d'assalto per il ponte pasquale ma è degrado ovunque

In migliaia hanno affollato il lungomare e il Viale delle Dune per una passaggiata, un caffè e un pò di relax sul mare la l'incuria diffusa e l'inciviltà della gente hanno prevalso

San Leone assaltata da turisti incuriositi e attratti dal recente riconoscimento di "Capitale della cultura", cittadini della provincia o semplici residenti che hanno scelto il lido della Città dei Templi per trascorrere i giorni delle festività pasquali. 

La frazione balneare è stata presa d'assalto da migliaia di persone per una passeggiata, una corsa sul mare, un pranzo, un gelato, un caffè o semplicemente un pò di relax. Tutto bene? Non esattamente. Sì, perchè il biglietto da visita di San Leone non è proprio all'altezza. Degrado, inciviltà della gente e anche incuria amministrativa sono sotto gli occhi di tutti.

Degrado al Viale delle Dune

Basta fare una passeggiata partendo dal piazzale Giglia e percorrendo il Viale delle Dune per fare l'elenco delle criticità. A partire dalle erbacce ad altezza d'uomo che costringono i runner a scendere dal marciapiede (nei tratti in cui le radici degli alberi non lo hanno già distrutto) e continuare a piedi. Non va meglio dall'altra parte dove c'è la cosiddetta pista ciclabile (in realtà un marciapiede diviso fra pedoni e bici): in questo caso è necessario guardare a terra per evitare di pestare gli escrementi dei cani che per legge andrebbero asportati dai proprietari ma così evidentemente non avviene.

Basta poi rivolgere uno sguardo nel boschetto per vedere erbacce incolte, in parte bruciate, transenne con "lavori in corso" da anni e un'infinità di rifiuti. Fra i più "bizzarri" c'è un parafango abbandonato poco dopo la villetta Pertini. Bottiglie di vetro e bicchieri sparsi dappertutto, sui marciapiedi e sopra i muretti, lasciati da incivili dopo avere trascorso una serata in giro nei locali. 

Non potevano mancare veri e propri sacchi di rifiuti abbandonati nelle traverse che portano al mare, alcuni pali della segnaletica abbattuti, alberi incolti che costringono i pedoni ad abbassarsi per passare sui marciapiedi e le pessime condizioni del manto stradale con buche, dissesti e insidie di ogni tipo.

San Leone, da domani si prepara a rifarsi il look, almeno nel tratto iniziale del viale Emporium dove sarà sistemata la pavimentazione con i fondi di un finanziamento regionale. Per le zone interne, per cui pare il bisogno sia pure maggiore, non si muove ancora nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, erbacce ad altezza d'uomo e dribbling fra gli escrementi: San Leone presa d'assalto per il ponte pasquale ma è degrado ovunque

AgrigentoNotizie è in caricamento