Un reparto di Malattie infettive a Ribera, Mancuso: "Non ho ricevuto comunicazioni"

Voci di corridoio davano quasi per certo l’apertura di un centro di rilevanza regionale all’ospedale fratelli Parlapiano

Agrigento, ora più che mai, ha una priorità: il reparto di Malattie infettive al “San Giovanni di Dio”. Nei giorni scorsi, il direttivo dell’Asp, aveva rassicurato tutti, quel reparto si farà. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna del quotidiano La Sicilia, voci di corridoio davano quasi per certo l’apertura di un centro di rilevanza regionale all’ospedale fratelli Parlapiano di Ribera. In lista vi erano luminari con attrezzatura d’ultima generazione. Uno stravolgimento, dunque, rispetto alle previsioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Mazzara dell'Asp: "Il reparto di Malattie infettive è necessario"

"Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione in merito merito - dice il direttore sanitario dell’Asp, Gaetano Mancuso -. Ciò non esclude che, magari, le autorità regionali stiano facendo le proprie valutazioni in base alle quali successivamente potremmo ricevere le opportune determinazioni. E’ una valutazione che non posso fare. La macchina amministrative prevede altro? Andrebbero rivisitati l’atto aziendale e la rete ospedaliere”. E sulle presunte dimissioni di Giuseppe Augello direttore sanitario del “Barone Lombardo”, Mancuso risponde così: “Non ho ancora parlato con lui”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento