rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

La mafia agrigentina proiettata all'estero, la Dia: "Interessi in Sudamerica e nord Europa"

Dalla relazione semestrale emerge una forte presenza delle cosche in vari Paesi del mondo: "Fenomeno favorito dalla volontà di trasferire altrove i propri interessi"

"Negli ultimi anni poi si evidenzierebbe sempre più una sorta di emigrazione criminale della mafia agrigentina favorita dalla volontà di alcuni soggetti di trasferire i propri interessi illeciti laddove il fenomeno mafioso risulta ancora occulto".

La relazione semestrale della Dia, che fa riferimento ai primi sei mesi dell'anno scorso, conferma la tendenza esterofila dei clan. 

"Tradizionalmente le consorterie agrigentine occidentali - è scritto nella relazione - appaiono proiettate verso i Paesi del nord America e in taluni casi dell’America latina (specie Venezuela e Brasile), mentre quelle del versante orientale verso i Paesi del nord Europa, con particolare riguardo a Germania e Belgio. Emigrazioni criminali prodromiche alla formazione di aggregati delinquenziali “made in Italy” all’estero, che in seguito manterrebbero legami “d’affari” con quelli locali. Diverse poi sono le indagini che hanno appurato l’operatività di soggetti criminali agrigentini in altri contesti territoriali italiani, nell’ambito di organizzazioni indipendenti dalle dinamiche della provincia. Si rammentano le operazioni “Leonessa”, del settembre 2019 nel nord Italia e “Jackpot”, del febbraio 2020 a Roma".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mafia agrigentina proiettata all'estero, la Dia: "Interessi in Sudamerica e nord Europa"

AgrigentoNotizie è in caricamento