menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il municipio di Agrigento

Il municipio di Agrigento

È il giorno della relazione del sindaco Firetto: coro di critiche

Si preannuncia battaglia in Consiglio comunale con le opposizioni che chiedono maggiore chiarezza sui punti affrontati nel documento

È il giorno del dibattito sulla relazione annuale, depositata dal sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che si terrà in Consiglio comunale alle 18. Si preannuncia battaglia con le opposizioni che chiedono maggiore chiarezza sui punti affrontati nel documento.

Duro l'atto d'accusa del consigliere comunale Pasquale Spataro, dopo avere letto la relazione annuale presentata, con un paio di mesi di ritardo, dal sindaco e adesso approdata in aula per le valutazione politiche. “Sono trascorsi più di 12 mesi dall’insediamento e di quel tanto sbandierato cambiamento, rinnovamento, efficientamento della macchina amministrativa – aggiunge Sptaro - non c’è traccia. Anzi, quasi a voler mettere la mani avanti, nelle prime pagine Firetto parla costantemente di ente a rischio dissesto finanziario e tenuto conto delle notizie drammatiche che quotidianamente arrivano da Porto Empedocle, su cui aleggia concretamente lo spettro del default, non riesco francamente a guardare al futuro di Palazzo dei Giganti con ottimismo".

"Tutti gli atti votati  e prodotti, per il sindaco Firetto e la sua giunta - prosegue Spataro - si traducono in una sorta di carta straccia. Salvo poi riempirsi la bocca parlando di protagonismo civico. Loro sono certamente dei protagonisti, ma più per i lauti stipendi che portano a casa a fine mese, a fronte di un bilancio anemico e disastrato, che per i risultarti fin qui ottenuti a beneficio della città e dei cittadini. Così come non mi sembra possa essere catalogato nella casistica 'protagonismo civico' la nomina dei consulenti esterni, non proprio indispensabili, direi, tenuto conto anche dei conti in rosso".

Non mancano le critiche alla relazione anche dal Movimento 5 Stelle, che definiscono il documento "insufficiente". “Chiediamo ai cittadini - dicono i grillini - di rileggersi il programma del sindaco e farsi da soli una onesta relazione sulla sua realizzazione. La relazione è 'fuffa', hanno detto a chiare lettere, lamentando di aver dovuto aspettare due mesi per 78 pagine in cui non pare non abbiano trovato le “risposte” sperate. Per i cinquestelle una delle “promesse non mantenute”, e quindi che non poteva essere citata come punto del programma già attuato, è quella relativa al servizio idrico che avrebbe dovuto essere “meno caro e più equo”.

il M5S non manca di stigmatizzare il continuo riferimento al “protagonismo civico” quando non sarebbe stato nemmeno posto in essere l’annunciato “ascolto delle esigenze, delle opinioni e dei giudizi dei cittadini e dei portatori di interessi diffusi, prova ne siano il ‘portone’ al secondo piano e la chiusura di piazza Pirandello senza aver ascoltato i commercianti”, dicono ancora.

Scettico anche il capogruppo di Forza Italia, Giovanni Civiltà, secondo cui il contenuto della relazione è "assai modesto e deludente rispetto alle aspettative della città e ai proclami elettorali". "Nel frattempo, - prosegue Civiltà - non sfugge che, a parte il consuntivo del primo anno di attività, ciò che attende con altrettanto, se non maggiore, interesse il Consiglio comunale, e quindi la cittadinanza, è il bilancio di previsione 2016. Sono giù trascorsi 8 mesi del 2016, e ne restano solo altri 4, e non è affatto un dato politico positivo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento