menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Mare sicuro 2012», ecco come la Guardia costiera vigilerà sul litorale

Il comandante in seconda Pietro Carosia ha spiegato i dettagli dell'operazione, che vedrà impegnati oltre 50 uomini. I mezzi navali utilizzati saranno, invece, 3 motovedette, 2 gommoni, il nuovo mezzo veloce "Hurricane" e 4 automezzi

I militari del Corpo delle Capitanerie di porto forse non smetteranno mai di ripeterlo: il mare è tanto bello, quanto pericoloso. E così, puntuale, a pochi giorni dall'inizio della stagione estiva, arriva come ogni anno l'operazione "Mare sicuro". A presentare i dettagli per la stagione ormai alle porte è stato stamani il comandante della Capitaneria di porto di Porto Empedocle, Rinaldo Di Martino, insieme al comandante in seconda, Pietro Carosia.

«La gente deve capire che gli uomini in divisa che saranno impegnati in mare e in strada – ha spiegato il comandante Di Martino - non saranno lì per svolgere un'attività di repressione, bensì per controllare che tutti si divertano nella giusta misura, per assicurare la sicurezza e l'incolumità di tutti i bagnanti».
 
E' stato poi il comandante in seconda Pietro Carosia a spiegare i dettagli dell'operazione "Mare sicuro 2012", che vedrà impegnati oltre 50 uomini. I mezzi navali utilizzati saranno, invece, 3 motovedette, 2 gommoni, il nuovo mezzo veloce "Hurricane" e 4 automezzi.
Secondo l'ordinanza emanata dal comandante della Capitaneria di porto, è fatto divieto di sostare o transitare con le unità da diporto entro i 350 metri di fronte alle coste pianeggianti e i 150 metri di fronte a quelle cadenti a picco sul mare; le attività sportive acquatiche saranno consentite solo di giorno ad oltre 500 metri dalle spiagge e ad oltre 300 metri dalle scogliere; gli acquascooter, jet sky, moto d'acqua e mezzi simili, inoltre, dovranno navigare o sostare ad almeno 500 metri di distanza dalla costa.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento