Referendum, Fratelli d'Italia: "Lanciato un forte segnale ai politici locali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale della provincia di Agrigento, Giuseppe Ciulla, interviene dopo l’esito del referendum costituzionale che ha visto in modo netto la vittoria del “No”.

“La provincia di Agrigento – afferma Ciulla – ha voluto lanciare un forte segnale alla classe politica locale. Con oltre il 70%, i cittadini di questa terra hanno chiaramente manifestato un malessere nei confronti della politica, colpevole di relegare Agrigento e la sua provincia fra gli ultimi posti in classifica”.

“Voglio ricordare – sottolinea Ciulla – che questa è la terra del ministro Alfano. I cittadini sono stanchi di ‘giochi di potere’ e di riforme mascherate. Quello che chiedono è solo un governo stabile che possa fare gli interessi del popolo”.

“Noi di Fratelli d’Italia – conclude Giuseppe Ciulla – abbiamo subito sposato le ragioni del ‘No’ poiché convinti che la Costituzione non vada modificata a colpi di maggioranza, ma vi sia una condivisione da parte di tutti per rilanciare il Paese verso il futuro. Ora si apre una nuova stagione politica per l’Italia e per la provincia di Agrigento. Noi ci saremo e porteremo al centro del dibattito i nostri ideali e le nostre idee. Prima di tutto gli italiani”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento