Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Reddito di cittadinanza, sono oltre 47mila le persone che ne usufruiscono in provincia

La misura voluta dal governo Conte assiste in totale oltre 19mila nuclei familiari, con una somma erogata che è di poco superiore alle 600 euro al mese

Sono quasi 50mila i percettori di reddito di cittadinanza e pensioni di cittadinanza in provincia di Agrigento.

I numeri sono riferiti al mese di agosto e riportati in uno studio realizzato dalla Cgia di Mestre sull'impatto che la misura voluta dal Governo Conte ha avuto sul mercato del lavoro del Paese.

Secondo i numeri, quindi, l'11.5% degli agrigentini ha accesso al rdc, per quanto a rendere ben poco attendibile questa statistica è il fatto che il calcolo è effettuato su tutti gli abitanti della provincia, compresi bambini e soprattutto coloro che invece sono oggi occupati o comunque non possono beneficiare del reddito.

Andando ai dati, secondo la Cgia i beneficiari, ad agosto, erano 47.825 in provincia, con un totale di 19.685 nuclei familiari coinvolti. Le somme erogate sono tra le più alte dell'Isola: 602,84 euro in media. Se più rilevanti sono gli importi erogati a Palermo (681 euro) o Catania (637 euro), tutte le altre province sono sotto le 600 euro in media anche con numeri più alti di potenziali beneficiari.

Ben più esigui importi e dati complessivi per quanto riguarda la pensione di cittadinanza: la misura riguarda solo 1.849 nuclei familiari, per un totale di 2.115 utenti coinvolti e solo 253,72 euro in media versati per ognuno di loro.

Se questi i dati in sè, lo studio della Cgia stabilisce che per ogni posto di lavoro creato nel Paese, lo Stato ha speso 52mila euro in media. 

"A fronte di poco più di un milione di persone in difficoltà economica che, titolari del reddito di cittadinanza, hanno manifestato la disponibilità a recarsi in ufficio o in fabbrica, gli ultimi dati disponibili ci dicono che solo 152 mila hanno trovato un posto di lavoro grazie al sostegno dei navigator -riporta l'agenzia Dire -. Ipotizzando che i titolari del RdC lo abbiano ricevuto per almeno un anno prima di entrare nel mercato del lavoro, percependo così quasi 7 mila euro, possiamo approssimativamente stimare che l'Inps abbia sostenuto, per questi 152 mila nuovi occupati, una spesa di 7,9 miliardi di euro, pari a poco più di 52.000 euro se rapportata a ogni singolo neoassunto. Un costo che appare eccessivo per un numero così limitato di persone entrate nel mercato del lavoro grazie al RdC". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, sono oltre 47mila le persone che ne usufruiscono in provincia

AgrigentoNotizie è in caricamento