rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Reddito di cittadinanza, sventata maxi truffa da 60 milioni di euro: 9mila denunciati: perquisizioni anche in provincia

La Guardia di finanza sta effettuando verifiche in diverse città italiane, da Milano ad Agrigento, passando per Brescia e Barletta: in manette 16 persone

Novemila persone denunciate e 16 persone in manette: questo il bilancio del blitz dei finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cremona e Novara, su disposizione della Procura della Repubblica di Milano, che nella mattina di oggi hanno sventato una truffa sul reddito di cittadinanza da oltre 60 milioni di euro. 

I 16 arrestati sarebbero membri di una associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni ed al conseguimento di erogazioni pubbliche, tra cui appunto, il reddito di cittadinanza. Gli arresti e le perquisizioni condotte nelle province di Cremona, Lodi, Brescia, Pavia, Milano, Andria, Barletta e Agrigento, hanno consentito di sventare una truffa di oltre 60 milioni di euro relativa a indebite percezioni del reddito di cittadinanza. 

Era riuscita a produrre  "indebite istanze per una truffa di oltre 20 milioni di euro" la banda di romeni sgominata dalla Gdf di Cremona e Novara in un'indagine coordinata dalla Procura di Milano che ha portato all'emissione di 16 provvedimenti cautelari. L'operazione ha permesso di "evitare l'indebita percezione di altri 60 milioni di euro". Il gruppo esercitava anche pressioni su titolari di Caf compiacenti, loro connazionali, alcuni dei quali sono tra i destinatari delle misure. Hanno adottato una "procedura 'parallela' caratterizzata dalla completa elusione e disattesa delle più basilari disposizioni, legalmente sancite", in merito al reddito di cittadinanza, le 16 persone arrestate oggi in una operazione congiunta della Guardia di Finanza di Cremona e Novara coordinata dal pm di Milano Paolo Storari. Lo si legge - secondo quanto riporta l'Ansa - nell'ordinanza del gip milanese Teresa De Pascale che nella sua ricostruzione ha evidenziato che l'"illecito business" architettato è "imprescindibilmente legato alla conoscenza di cavilli procedurali" da parte degli indagati. La truffa riguarda anche il reddito di emergenza. 


    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, sventata maxi truffa da 60 milioni di euro: 9mila denunciati: perquisizioni anche in provincia

AgrigentoNotizie è in caricamento