Lunedì, 22 Luglio 2024

Cimitero di Bonamorone, il Sacrario militare riaperto dopo 10 anni: alla cerimonia anche il generale Diego Paulet

L'arcivescovo Alessandro Damiano ha presieduto la celebrazione eucaristica sul sagrato del monumento dedicato ai caduti in guerra

Infiltrazioni di acque meteoriche dalla copertura avevano causato gravi danni, tra questi anche quelli del distaccamento delle tessere che compongono il maestoso mosaico, oggi dopo circa un decennio dalla sua chiusura, al cimitero comunale di Bonamorone di Agrigento è stato riaperto al pubblico il Sacrario militare che accoglie le spoglie mortali dei militari agrigentini caduti nei due conflitti mondiali. I lavori di restauro del mausoleo, si sono resi possibili grazie all'intesa tra il ministero della Difesa, che ne ha finanziato le opere e il Comune di Agrigento.

Presenti alla cerimonia di riapertura, le autorità militari, religiose e civili, tra questi anche il capo dell'ufficio per la tutela della cultura e della memoria della Difesa, il generale di divisione Diego Paulet. A margine della cerimonia il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè ha voluto ringraziare personalmente i militari che si sono spesi per il completamento delle opere conferendo due encomi solenni che sono andati, rispettivamente al tenente colonnello Fabio De Vittoris che è il responsabile del servizio prevenzione e protezione dell'ufficio tutela della memoria della Difesa e al primo luogotenente Daniele Galardo che invece ricopre la carica di direttore territoriale dei sacrari e musei militari in Sicilia.

Restauro completato: il cimitero di Bonamorone riavrà il sacrario militare, pronta cerimonia solenne

Video popolari

AgrigentoNotizie è in caricamento