rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Porto Empedocle

Recuperata la refurtiva, i proprietari non si erano ancora accorti del furto

La polizia ha ritrovato, durante un posto di controllo, i pezzi d'argenteria, gioielli, monili in oro, orologi e un personal computer. Denunciati due giovani romeni

La polizia recupera la refurtiva ancor prima che i proprietari dell'abitazione svaligiata s'accorgessero del furto. E' accaduto a Porto Empedocle. Due ventenni romeni, residenti a Canicattì, sono stati denunciati alla Procura. Sono accusati dell'ipotesi di reato di ricettazione.

I due sono incappati in un posto di controllo dei poliziotti del commissariato "Frontiera" - che è coordinato dal vice questore aggiunto Cesare Castelli - . Gli agenti gli hanno elevato delle sanzioni e poi, notando il loro strano nervosismo, hanno perquisito la vettura. E' stato trovato un piede di porco ed avvolti in una coperta c'erano diversi pezzi d'argenteria, gioielli, monili in oro, orologi e un personal computer.

Sia i romeni che la refurtiva sono stati portati in commissariato. Gli agenti smanettando sul pc hanno identificato, grazie al profilo Facebook memorizzato, il proprietario e subito si sono messi in contatto con l'empedoclino. L'uomo, assieme alla famiglia, erano fuori e non sapevano cosa fosse accaduto alla loro abitazione. E' scattato il sopralluogo a Piano Lanterna.

La residenza e ra stata svaligiata. Un colpo da 10 mila euro ed oltre. I poliziotti hanno, naturalmente, subito restituito tutto al legittimo proprietario e, durante il sopralluogo, hanno repertato alcune tracce ematiche. Perché qualcuno della banda, durante la razzia, si sarebbe fatto male ed avrebbe perso sangue. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperata la refurtiva, i proprietari non si erano ancora accorti del furto

AgrigentoNotizie è in caricamento