menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della manifestazione

Un momento della manifestazione

"Una provincia tagliata fuori da tutto", i sindaci protestano a Roma contro Draghi

I primi cittadini scendono in piazza per chiedere finanziamenti utili per le opere infrastrutturali lungamente attese nel nostro territorio

"Agrigento fuori dall'Italia? I sindaci vogliono strade, aeroporto e ferrovie. Adesso, subito". Con questo manifesto stamattina una delegazione dei sindaci della provincia di Agrigento ha manifestato davanti Palazzo Chigi, protestando per l'esclusione di questo territorio da quanto previsto nel piano nazionale di ripresa e resilienza.

"Una provincia tagliata fuori da tutto", i sindaci scendono in piazza

"Chiediamo che il Governo inserisca delle risorse anche per la provincia di Agrigento - dice il sindaco Carmelo D'Angelo - per consentire il completamento ad esempio dell'anello autostradale e di altre opere necessarie al territorio, perchè siamo anche noi parte dell'Italia". "Vogliamo un impegno concreto da parte del governo Draghi - fa eco il sindaco di Bivona Milko Cinà - perché è un'opportunità irrinunciabile per uscire dalla marginalità territoriale e uscire dagli ultimi posti delle classifiche sulla qualità della vita". Oggi alle 15 i sindaci avranno un incontro con il ministro Gelmini.

A far scoppiare però anche una polemica "locale" è il movimento "Mani Libere", il quale attacca l'amministrazione comunale di Agrigento per non aver partecipato alla protesta. "Il sindaco è un assente 'ingiustificato'. Cosa c’era di più urgente ed improcrastinabile del difendere il proprio territorio?"

“La Sicilia oltre a essere una terra meravigliosa che tutto il mondo ci invidia, è anche un territorio con grandi carenze strutturali che non può essere lasciato fuori dal Pnrr, sarebbe una grave miopia e una grande occasione persa. I Sindaci chiedono aeroporti, strade e ferrovie perché non vogliono un’Italia divisa in due. Lo Stato ha il dovere di garantire ai cittadini eguali diritti. Mi auguro che Draghi e il Parlamento accolgano il grido di allarme lanciato oggi dai sindaci siciliani”. Ad intervenire è Matteo Ricci, sindaco di Pesaro e presidente nazionale dell'associazione Ali, Autonomie locali italiane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento