rotate-mobile
Controlli / Villaseta

Recinta area dinanzi la sua abitazione e la trasforma in cortile: ordinanza di demolizione

L'agrigentino, collocando un cancello d’ingresso e pavimentando i 45 metri quadrati attorno alla sua abitazione, ha – abusivamente – realizzato una sorta di giardinetto, delimitata da un muretto in conci di tufo

Ha occupato – recintandola, collocando un cancello d’ingresso e pavimentandola – un’area di 45 metri quadrati adiacente e retrostante alla sua abitazione di Villaseta. Un’area dove, di fatto, ha – abusivamente – realizzato una sorta di giardinetto, delimitata da un muretto in conci di tufo, con tanto di scaletta in ferro che porta al piano rialzato. A scoprire gli abusi edili sono stati gli agenti della sezione Edilizia della polizia municipale. E adesso, da palazzo dei Giganti è stata firmata un’ordinanza di demolizione e di ripristino dei luoghi.

All’autore dell’abuso edile sono stati dati 60 giorni per ottemperare all’ordinanza di demolizione e ripristino dei luoghi. Scatterà, al termine del periodo, una verifica – sempre da parte dei vigili urbani – e se il cittadino non avrà ottemperato, sarà il Comune a procedere alla demolizione e ripristino dello stato dei luoghi. E lo farà, come sempre avviene in questo genere di casi, in suo danno. In caso di opere sottoposte a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria – hanno avvisato da palazzo dei Giganti – l’agrigentino dovrà chiedere il dissequestro prima di avviare qualsiasi opera di ripristino. I controlli continueranno ad essere effettuati - e non soltanto in questo caso, ma in generale – dalla squadra che si occupa di Edilizia della polizia municipale. Una squadra che, assieme ai tecnici dell’Utc di palazzo dei Giganti, continua appunto a scoprire irregolarità nei cantieri edili e casi di totale, o parziale, abusivismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recinta area dinanzi la sua abitazione e la trasforma in cortile: ordinanza di demolizione

AgrigentoNotizie è in caricamento