"Il Villaggio dei vip abusivo alla Scala dei Turchi", si sblocca processo

A distanza di quasi un anno, dopo numerose false partenze per vari intoppi, il dibattimento riparte davanti a un'altra sezione

Il 30 aprile davanti alla seconda sezione penale: si sblocca, dopo nove mesi dai rinvii a giudizio, il dibattimento sulle presunte irregolarità legate alla realizzazione del cosiddetto “Villaggio dei vip”, un complesso di villette a schiera, nei pressi della Scala dei Turchi, a Realmonte, la cui realizzazione è stata bloccata sul nascere dall'inchiesta che ipotizza un piano di lottizzazione abusivo.

Lo scorso 5 novembre il giudice monocratico Alessandro Quattrocchi, davanti al quale per un errore era stato assegnato il procedimento dopo i rinvii a giudizio, datati 26 luglio, si era dichiarato “incompetente per materia”, facendo slittare l’inizio del dibattimento.

Borgo Scala dei Turchi, il processo non decolla

In sostanza, essendo stati gli imputati rinviati a giudizio per abuso di ufficio, il processo si deve celebrare davanti al tribunale collegiale e non, come disposto nel decreto che disponeva il giudizio, davanti al giudice monocratico. Il dibattimento doveva ripartire davanti al collegio della stessa sezione ma il presidente Alfonso Malato aveva trattato il procedimento in qualità di gip e, quindi, era incompatibile.

Nelle scorse ore gli uffici hanno trovato la soluzione, visto che peraltro i fatti sono parecchio datati e la prescrizione è dietro l’angolo. Il dibattimento si celebrerà, a partire dal 30 aprile, davanti al collegio di giudici presieduto da Wilma Angela Mazzara. Il giudice Francesco Provenzano, lo scorso 26 luglio, aveva concluso l’udienza preliminare con quattro condanne, inflitte agli imputati del troncone abbreviato, e otto rinvii a giudizio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • In pullman con mezzo chilo di droga nascosta nel marsupio, arrestato un giovane

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento