Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Terreno conteso fra Comune e privato, il giudice civile: "Competenza del Tar"

I proprietari avevano citato l'ente chiedendo mezzo milione di risarcimento per una presunta espropriazione illegittima. Dichiarato il difetto di giurisdizione

(foto archivio)

Il tribunale di Agrigento dichiara il proprio difetto di giurisdizione: spetta al Tar pronunciarsi sull'occupazione di un terreno espropriato in contrada Canalotto, nella località Baia di Capo Rossello, a Realmonte. 

I sette proprietari avevano citato in giudizio il Comune al fine di ottenere la condanna al risarcimento dei danni dagli stessi subiti per il mancato godimento della porzione del proprio terreno ritenuta illegittimamente sottratta, per complessivi 500.000 euro.

Si costituiva in giudizio il Comune di Realmonte, con il patrocinio dell’avvocato Girolamo Rubino, chiedendo il rigetto di tutte le pretese creditorie. In conclusione, la difesa dell’amministrazione comunale convenuta in giudizio insisteva, comunque, per il difetto di giurisdizione del giudice ordinario in favore del giudice amministrativo, trattandosi dell’occupazione di un terreno per la realizzazione di opere pubbliche "in assenza di una regolare procedura espropriativa e, come tale, ricompresa nell'ambito della giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo".

Il giudice Silvia Capitano ha condiviso l’eccezione formulata dal legale del Comune di Realmonte e, per l’effetto, ha dichiarato il proprio difetto di giurisdizione in favore del Tar Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terreno conteso fra Comune e privato, il giudice civile: "Competenza del Tar"

AgrigentoNotizie è in caricamento