Cronaca Realmonte

Scala dei Turchi sequestrata, tornano gli audaci: ripristinata la vigilanza dinamica

La prossima settimana, Procura, Guardia costiera e Regione si incontreranno per gettare le basi per la fruibilità futura: si pensa, dopo la perimetrazione dell'area demaniale, ad ingressi contingentati

Gli "audaci" sono tornati. Con l'avvio della "fase 2", nonostante vi siano i sigilli e la cartellonistica bilingue, più persone sono notate mentre visitavano la Scala dei Turchi. Scogliera che resta sotto sequestro: la conferma del provvedimento è, del resto, arrivata ieri dal tribunale del Riesame di Agrigento.  E' stata dunque ripristinata, anche in attesa delle riunioni che serviranno a pianificare la fruibilità della scogliera di marna bianca, la vigilanza dinamica.

Tanto da mare quanto da terra, Guardia costiera, corpo Forestale, polizia municipale e polizia provinciale hanno ingaggiato una nuova "guerra" contro chi non rispetta i divieti. Persone che, naturalmente, rischiano - qualora bloccate o identificate - la denuncia alla Procura per violazione dei sigilli, ma che rischiano anche di farsi male.  

La prossima settimana, Procura, Guardia costiera e Regione si incontreranno per gettare le basi per la fruibilità futura della Scala dei Turchi. "Ci sarà dapprima la delimitazione dal punto di vista demaniale e poi la progettazione, da parte degli enti preposti, per ridare nuova linfa a questo patrimonio collettivo" - ha reso noto il comandante della Capitaneria di porto, il capitano di fregata Gennaro Fusco - . Dopo la delimitazione dell'area demaniale si pensa, ma verrà deciso durante gli incontri della prossima settimana, ad ingressi contingentati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scala dei Turchi sequestrata, tornano gli audaci: ripristinata la vigilanza dinamica

AgrigentoNotizie è in caricamento