menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritrovata una "carretta del mare" ridotta in pezzi, nessuna traccia dei migranti: è sbarco "fantasma"

Contrariamente a quanto è accaduto in passato, pare che sull'arenile non siano stati ritrovati neanche degli indumenti. Carabinieri e polizia stanno rastrellando l'intero comprensorio

Quando sia arrivata è mistero. Di certo c'è, invece, che la Guardia costiera di Porto Empedocle l'ha avvistata stamattina. E' scattato subito il controllo e, per certi versi, anche l'allarme. La "carretta del mare" ritrovata a Le Pergole, a Realmonte, è infatti ridotta praticamente in pezzi: ormai semi affondata. Ecco perché s'è temuto il peggio. Ma per fortuna, né sotto il natante, né nei pressi dell'imbarcazione, sono state trovate vittime o feriti. I migranti - verosimilmente tunisini - che l'hanno utilizzata per arrivare fino all'Eldorado Italia sono, in compenso, spariti. 

La costa Agrigentina "accerchiata" dai barchini

Uno sbarco "fantasma" in piena regola. Diramato l'allarme, carabinieri e polizia di Stato hanno avviato le ricerche sia lungo la costa di Realmonte, sia - allargandosi - verso Siculiana e verso Porto Empedocle. Nessuna traccia di migranti sarebbe però, almeno per il momento, saltata fuori. Chi è sbarcato a Le Pergole sembra essersi volatilizzato. Contrariamente a quanto è accaduto in passato, pare che sull'arenile non siano stati ritrovati neanche indumenti. 

Esattamente come sembra che manchino all'appello una decina circa dei tunisini sbarcati a Porto Palo di Menfi. Soltanto cinque - fra cui un minorenne - sono quelli che sono stati "acciuffati" dai carabinieri lungo la strada fra la zona balneare e Menfi. Le ricerche proseguono e l'allarme è stato diramato anche alle forze dell'ordine del Trapanese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento