menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Colpi di spranga di ferro in testa al fratello", denunciato un 71enne

Il pensionato è stato deferito per lesioni personali gravi. Fra i due c'è stata una discussione familiare, forse dovuta alla spartizione di un'eredità

Lesioni personali gravi. E’ di questa ipotesi di reato che A. C., 71 anni, dovrà rispondere davanti la Procura della Repubblica di Agrigento. L’anziano pensionato è accusato di aver picchiato, utilizzando una spranga di ferro, il fratello di due anni più grande per questioni di famiglia: forse per la spartizione di una eredità. La discussione fra i due, decisamente concitata, è finita nel sangue. Il settantatreenne di Realmonte, rimasto ferito alla testa, è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento con un brutto trauma cranico. I medici hanno mantenuto la prognosi riservata, ma l’anziano non dovrebbe essere in pericolo di vita.

Eredità contesa? Litiga col fratello e lo colpisce in testa col piede di porco

Fra i due fratelli, pare per la divisione di una eredità, all’improvviso, è scoppiato il diverbio: insulti e accuse reciproche hanno, di fatto, avuto la meglio. Uno dei due, stando a quanto è stato ricostruito avrebbe, ad un certo punto della discussione, afferrato una spranga di ferro e si sarebbe scagliato contro l’altro, colpendolo, pare, più volte alla testa. Sono stati altri familiari e parenti ad intervenire e a riportare la calma. Subito, naturalmente, è scattato l’Sos per il ferito. L’anziano, con un’autoambulanza del 118, è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Agrigento dove i medici di turno, dopo averlo fatto sottoporre a tutti gli accertamenti sanitari ritenuti utili, gli hanno diagnosticato un trauma cranico e altre lesioni sparse sul corpo. La ferita alla testa è stata medicata con doversi punti di sutura. Dal pronto soccorso, come procedura esige, è stata data notizia dell’accaduto ai carabinieri della compagnia di Agrigento. I militari dell’Arma sono riusciti, sentendo anche le varie parti e i presenti, a ricostruire l’accaduto e hanno formalizzato la denuncia, alla Procura della Repubblica, a carico di A. C. di 71 anni. L’accusa è lesioni personali gravi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento