rotate-mobile
Dopo il ritrovamento / Realmonte

Bombe a mano e candelotti di tritolo rimossi e fatti brillare: il centro di Realmonte è tornato sicuro

A procedere sono stati i militari del Genio Guastatori dell'Esercito italiano, collaborati dai carabinieri

Sono stati fatti brillare - in un terreno di contrada Pergole-Monterosso - gli ordigni della seconda guerra mondiale ritrovati, nel sottosuolo di un casolare, in via San Calogero. A procedere sono stati i militari del Genio Guastatori dell'Esercito italiano, collaborati dai carabinieri. 

Bombe a mano, candelotti di tritolo e munizioni: trovati altri ordigni bellici

Dopo la segnalazione del ritrovamento di 2 bombe a mano, 4 candelotti di tritolo e 40 chili di munizionamento (calibro 7,62) della seconda guerra mondiale, sul posto si sono precipitati i carabinieri, i militari specializzati del reparto bonifica campi minati dell'Esercito, la polizia municipale e la Protezione civile. L'area è stata subito transennata ed è stata monitorata fino all'arrivo degli artificieri che hanno, appunto, recuperato gli ordigni bellici e li hanno portati fino in località Pergole-Monterosso dove sono stati fatti brillare. 

A esprimere gratitudine "per l'immediato intervento di bonifica nel centro del paese" è stato il sindaco di Realmonte Sabrina Lattuca. 

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombe a mano e candelotti di tritolo rimossi e fatti brillare: il centro di Realmonte è tornato sicuro

AgrigentoNotizie è in caricamento