menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Abusivismo edilizio in zona vincolata e lottizzazione": 8 indagati, maxi sequestro di terreno e manufatti

Fra le persone sottoposte ad indagini ci sono anche un funzionario del Comune di Realmonte e due dei Beni culturali di Agrigento

I carabinieri di Realmonte e quelli della sezione di Pg presso il tribunale di Agrigento hanno sequestrato, in esecuzione ad un provvedimento preventivo firmato dal gip del tribunale di Agrigento Luisa Turco, un ampio appezzamento di terreno - in località Torre di Monterosso, a Realmonte appunto, -  per presunte violazioni paesaggistiche. "Si tratta di un'area di circa 15 ettari e due manufatti, allo stato grezzo, ricadenti in località Fondo Pergole - Torre di Monterosso, di proprietà della società 'Agriper s.r.l.'" - rendono noto dal comando provinciale dell'Arma - . 

"Lottizzazione abusiva di terreni", sequestrati 15 ettari: ecco le immagini

Otto le persone - fra cui un funzionario del Comune di Realmonte e due dei Beni culturali di Agrigento - iscritte nel registro degli indagati. I funzionari avrebbero "rilasciato le autorizzazioni edilizie e paesaggistiche, in contrasto con il vincolo di inedificabilità assoluta" - prosegue la ricostruzione del comando provinciale dei carabinieri - . I reati contestati vanno dall’abusivismo edilizio in zona vincolata, alla lottizzazione abusiva di terreni a scopo edificatorio, alla distruzione ed alterazione di bellezze naturali e di luoghi di particolare pregio storico paesaggistico.

Il decreto di sequestro preventivo arriva a conclusione di un’articolata indagine, coordinata dal sostituto procuratore Antonella Pandolfi. A fare scattare l'attività investigativa fu un esposto presentato da Legambiente nel 2013. 

Contrariamente a quanto appreso stamattina, non è Giuseppe Catanzaro, l'autosospeso presidente di Sicindustria, ad essere stato iscritto nel registro degli indagati per l'inchiesta su un presunto caso di abusivismo edilizio e lottizzazione abusiva di terreni a scopo edificatorio in località Torre di Monterosso, a Realmonte. I complessivi otto indagati hanno ricevuto tutti la proroga delle indagini e l'atto di sequestro. 

sequestro area torre di monterosso2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento