menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

"Taglio del nastro" per l'hub vaccinale, Razza: "Astrazeneca? Se potessi lo farei anche io"

L'assessore regionale presente al Palacongressi in rappresentanza del governo Musumeci fa il punto e invita i cittadini a collaborare

"C'è un po' di preoccupazione in merito al vaccino Astrazeneca che è però infondata. Se la mia fascia d'età fosse tra quelle che hanno diritto alla vaccinazione lo farei per testimoniare che non c'è nulla da temere". A parlare è l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, stamattina ad Agrigento per l'inaugurazione dell'hub vaccinale del Palacongressi in rappresentanza del governo Musumeci.

Operatore sanitario morto dopo vaccino? La Procura: "Nessuna correlazione"

"I cittadini siciliani, come tutti i cittadini italiani, guardano alla vaccinazione come un momento di speranza e noi dobbiamo spingere la vaccinazione in questa fase così difficile nella quale ci sono sentimenti contrastanti e deve prevalere il valore della scienza - ha detto ai cronisti -. Il vaccino - ha aggiunto Razza - è, al momento, l'unico antidoto per combattere questo virus e tornare alla normalità. Devo fare i complimenti, ancora una volta, alla Protezione civile e all'Azienda sanitaria provinciale perchè abbiamo creato un meccanismo virtuoso di collaborazione. Spero che i cittadini potranno apprezzarlo prima possibile".

Hub vaccinale inaugurato, ma sale ancora vuote: ecco il video

Inaugurati i centri, tuttavia, il nodo resta al momento quello della fornitura delle dosi disponibili: la Sicilia attende infatti notizie da Roma. "E' un impegno assunto dal presidente Draghi e io gli credo" - ha chiosato Razza che è poi intervenuto, su sollecitazione dei giornalisti, sul tema Astrazeneca, dopo il ritiro dal mercato di un intero lotto e le diverse attività di accertamento su possibili morti connesse al vaccino.

Lotto del vaccino Astrazeneca ritirato dal commercio, oltre 1200 dosi inoculate in provincia

"C'è un pò di preoccupazione ma Aifa ed Ema hanno ribadito l'assoluta sicurezza. Se dovesse essere liberalizzato anche ai quarantenni sarei il primo a farlo per potere dimostrare che non c'è nulla da temere. Aspetto il mio turno", ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento