menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

A giudizio con l'accusa di stalking all'ex moglie, revocato divieto di dimora a 36enne

Il giudice riduce la misura cautelare "in considerazione del puntuale rispetto delle prescrizioni imposte": resta il divieto di avvicinamento

"Il mantenimento della misura appare inutilmente afflittivo in considerazione del puntuale rispetto delle prescrizioni imposte all'imputato e del lungo decorso temporale rispetto all'ultimo episodio". Con queste motivazioni, il giudice monocratico Antonio Genna, al quale si è rivolto il difensore, l'avvocato Calogero Lo Giudice, ha ridotto la misura cautelare nei confronti di Salvatore Ponticello, 36 anni, di Ravanusa, eliminando il divieto di dimora e mantenendo solo il divieto di avvicinamento alla moglie che sarebbe stata a lungo perseguitata.

L'imputato è accusato di avere minacciato e molestato la donna a partire da quando, nel febbraio del 2018, si separarono. Per cinque mesi la donna sarebbe stata pedinata, insultata e minacciata fino a quando la presunta vittima non lo ha denunciato facendo scattare una misura cautelare nei suoi confronti che, in seguito, è stata pure aggravata.

Ponticello ha sempre respinto le accuse sostenendo di non averla mai perseguitata. Il giudice, davanti al quale è in corso il processo, incardinato con rito immediato, adesso, ha ritenuto che la misura cautelare potesse essere ridotta alla luce dell’affievolimento delle esigenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento